Osteopatia

Dott. Simone Ferrari,

Osteopata
Do Bsc. Hon.( Ost.) Wales University

 

Definizione di osteopatia:
L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia,fisiologia, etc.) non prevede l’uso di farmaci, ma attraverso manipolazioni si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).

Inoltre a differenza della medicina tradizionale, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l’osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

I PRICIPI OSTEOPATICI

Unità del corpo:
Come metodologia olistica l’osteopatia considera l’individuo nella sua globalità: ogni parte costituente la persona è dipendente dalle altre e il corretto funziona mento di ognuna assicura quello dell’ intera struttura, dunque, l’equilibrio psico-fisico.

Relazione tra struttura e funzione:
Un corretto equilibrio tra struttura e funzione predispone l’organismo a uno stato di salute. Quando tale equilibrio viene alterato ( a causa di un trauma per esempio) si parla di disfunzione OSTEOPATICA, ossia di una restrizione di mobilità e perdita di movimento in una parte del nostro corpo( ossa, muscoli, organi, etc..).

TECNICHE OSTEOPATICHE

Il trattamento osteopatico può avvalessi di numerosi metodi e tecniche di trattamento, vengono utilizzate indifferentemente in funzione delle necessità terapeutiche.
Una classificazione possibile è quella che fa riferimento a queste tre grandi famiglie:

Tecniche strutturali
Le tecniche strutturali ristabiliscono la mobilità della struttura osteo-articolare, hanno una forte influenza neurologica, oltre che puramente meccanica.

Tecniche cranio-sacrali
Le tecniche craniche agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio e l’osso sacro.

Tecniche viscerali
I visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica può essere modificata o rallentare, applicando tecniche specifiche si permette al l’organo di ritrovare la sua fisiologia di movimento.
Inoltre esiste da un punto di vista anatomico e funzionale una relazione tra visceri e la struttura muscolo-scheletrica; una cattiva funzione della struttura (colonna vertebrale), può alterare la meccanica viscerale e viceversa.
Indicazioni cliniche al trattamento osteopatico.

Poiché l’osteopatia riequilibria l’organismo nel suo insieme e agisce non solo a scopo curativo, ma prevalentemente preventivo, le indicazioni per il trattamento osteopatico sono molto ampie e indicate per tutte le fasce d’età.

Di seguito presentiamo un elenco di casi,tuttavia non esauriente, che possono essere oggetto di trattamento osteopatico.

 

SISTEMA MUSCOLO-SCHELETRICO

  • alterazioni posturali a carico della colonna vertebrale ( dimorfismi quali iper cifosi dorsale, iper lordosi lombare, scoliosi, etc.)
  • alterazioni posturali a carico delle arto inferiore ( intra o extra rotazioni di tibia o femore, piede piatto valgo etc.)
  • rachialgia ( lombalgia, lombo sciatalgia, dorsalgie, cervicalgia, dolori sacro-coccigei, etc.).
  • pubalgie.
  • tendiniti.
  • dolori articolari.
  • alterazioni della meccanica scapolo-omerale ( periartriti, cuffia dei rotatori, etc. ).
  • colpo di frusta.

 

SISTEMA NUROLOGICO

  • cefalee
  • emicrania
  • sindrome vertiginose
  • ernia del disco lombare e cervicale
  • nevralgie facciali
  • cruralgie
  • nevralgie cervico- brachiali
  • sciatalgie

 

SISTEMA NEUROVEGETATIVO

  • sintomi associati a distonie neurovegetative quali attacchi di panico
  • stati ansiosi
  • disturbi del sonno

 

SISTEMA VISCERALE DIGESTIVO

  • reflusso gastro-esofageo
  • rallentamenti dello svuotamento gastrico
  • rallentamenti dello svuotamento epato-biliare

 

SISTEMA GINECO-URINARIO

  • dolore pelvico
  • dismenorrea
  • cistiti
  • incontinenza
  • cicatrici addominali

 

OSTEOPATIA E ODONTOIATRIA

  • artropatie  Atm
  • deglutizioni atipiche (alterazioni della meccanica linguale)
  • mal occlusioni dentali

 

OSTEOPATIA E PEDIATRIA

  • disturbi funzionali del neonato ( coliche gassose, rigurgito, disturbi della suzione, rallentamento dello svuotamento gastrico, plagiocefalie)
  • otiti
  • canale lacrimale ostruito
  • disturbi del sonno
  • alterazioni della fisiologia ORL
  • manifestazioni asmatiche
  • disturbi dell’apprendimento
  • valutazioni neonatale in riferimento a parto complesso
  • cesareo